In questo articolo parliamo della Zeolite Cubana, un corroborante (consentito in agricoltura biologica CE 834/2007 e del DM 27 NOVEMBRE 2009, N° 18345) ottenuto da un roccia sedimentaria formatasi milioni di anni fa dall’incontro tra la lava incandescente e il mare e sottoposta a processo fisico – meccanico della micronizzazione.
Tra tutte le Zeoliti esistenti, composte da diverse zeolittiti, la Zeolite Cubana è costituita da quelle tra le più efficaci in agricoltura: clinoptilolite/ heulandite e mordenite al 100% pura. Ha una funzione di assorbimento e setaccio molecolare. E’ un tetto silicato con rapporto Si/Al di circa 4,5. Il difetto di carica che genera permette l’ingresso di cationi per il ripristino di un equilibrio.
Ha una forte azione disidratante e di assorbimento delle soluzioni, favorendo la cicatrizzazione dei tessuti vegetali in caso di ferite procurate da grandine, insetti e dall’ uomo durante le varie operazioni colturali e dimostra un effetto positivo anche sulla shelf life dei frutti.

La Zeolite Cubana viene distribuita come un normale trattamento fogliare , aderisce in modo persistente a foglie e frutti e per la sua morfologia cristallina aghiforme e lamellare, crea una barriera contro funghi ed insetti, può essere utilizzata, da sola, su tutte le culture o in miscela con i normali prodotti agrofarmaci per intensificare o completarne l’azione. La Zeolite Cubana è miscibile con tutti i prodotti senza creare nessun problema di fitotossicità.

PROVE TECNICHE DI EFFICACIA CONDOTTE SU VITE
BOTRYTIS CINEREA o muffa grigia
Da sperimentazioni certificate effettuate dai centri di saggio, la Zeolite Cubana ha l’efficacia nei confronti della Botrytis cinerea comunemente chiamata “muffa grigia “. Si consiglia di trattare nelle fasi critiche. Quella più importante è la fine fioritura e prechiusura grappolo,in cui si può utilizzare il prodotto a 6Kg/Ha da solo o in miscela con antibotritico alla minore dose indicata in etichetta. In invaiatura e maturazione alla dose di 3-4 Kg/Ha a seconda delle condizioni climatiche. Nella fase di maturazione alla dose di 6 Kg/Ha anche con trattamenti polverulenti. La Zeolite Cubana va ripetuta sempre in caso di piogge.

OIDIO o Uncinula necator (Oidium Tuckeri)
L’azione della Zeolite Cubana su oidio è di media attività. Ciò che è importante è la sinergia individuata tra la Zeolite Cubana e lo zolfo. Infatti i centri di saggio hanno constatato la possibilità, impiegando la Zeolite Cubana a dose di 6 Kg/Ha, di utilizzare lo zolfo alla dose minima indicata in etichetta. L’efficacia di questa miscela è molto buona, sia su grappolo che su foglie, e l’utilizzo dello zolfo a dose inferiore è importante per gli enologi.

 

TIGNOLETTA o Lobesia botrana
Risulta essere molto dannosa, sia per i danni che causa alle infiorescenze, ma soprattutto agli acini, causando la rottura della cuticola e la successiva marcescenza del grappolo intero. Sverna come crisalide e compie da tre a quattro generazioni/anno nelle zone più favorevoli. La Zeolite Cubana ha dimostrato di essere un valido partner per gli insetticidi usati contro i lepidotteri in genere ed a maggior ragione per le coltivazioni in biologico e biodinamico. La sua efficacia (non è un insetticida), dipende dalla forma dei suoi cristalli, differenti da molte zeoliti in commercio, che producono lacerazioni alle larve di prima e seconda età o disidratando le uova con un’efficacia del 57%. L’impiego della Zeolite Cubana, contro la Tignoletta della vite,non può prescindere dall’utilizzo delle trappole a feromone, perché l’intervento con la Zeolite cubana deve avvenire prima del relativo picco di volo. Si consiglia di utilizzare la Zeolite Cubana su uva da tavola a dose di 3 Kg/Ha e su uva da vino a 6 Kg/Ha da sola o in miscela con altri agrofarmaci alla dose più bassa indicata in etichetta.

DRUPACEE
Monilia. La Zeolite Cubana si è rivelata efficace nei confronti della monilia del pesco, effettuando dei trattamenti in pre e post fioritura ed in pre invaiatura e pre raccolta. La dose da utilizzare è di 4-6 kg/ha per trattamento, effettuando una buona bagnatura, evitando il gocciolamento.

Afidi. La Zeolite Cubana ha un’azione soddisfacente in associazione con prodotti specifici alla dose più bassa indicata in etichetta. La melata viene asciugata trattando contro gli afidi prima che le foglie si accartocciano. Si consiglia di intervenire alla dose di 4-6 Kg/Ha 1 o 2 volte.

 

POMACEE


Ticchiolatura. La Zeolite Cubana ha mostrato un’ azione molto buona in associazione a dosi minime di rame, riducendo al minimo il problema della rugginosità. La dose da utilizzare è di 6 kg/ha in associazione al dosaggio minimo di rame.

 

 

 

ORTICOLE
La Zeolite Cubana è stata saggiata su diverse colture, come pomodori, cavoli, cipolle,angurie, meloni ecc., protette ed in pieno campo. Ha agito efficacemente su insetti e funghi. In particolare sulle nottue del pomodoro e su quelle delle Brassicacee, ha dimostrato un ottima azione utilizzata in maniera preventiva su larve di 1° e 2° età. Ottimi i risultati contro le muffe in genere e contro le scottature.

Le prove certificate sono state svolte presso centri di saggio e servizi fitosanitari regionali accreditati.
Per maggiori informazioni potete consultare il sito internet della Bioagrotech http://bioagrotech.com/